sabato 13 agosto 2016

Cima del Lago (Seefeldspitz)



13 agosto 2016 - 1251
Cima del Lago (Seefeldspitz)

Una panoramica cima e tre stupendi laghi alpini. Così può essere sintetizzata questa impegnativa ma assai remunerativa escursione fra i Monti di Fundres.


L'utilizzo delle fotografie e del testo è soggetto a COPYRIGHT (C)
tuttavia non ho difficoltà ad autorizzarne la pubblicazione ed eventualmente
anche a fornire file fotografici con maggior definizione. Scrivetemi: mfgardini@tiscali.it

Zona: Val di Valles
Gruppo: M.ti di Fundres
Mappe: MAPGRAPHIC: 33 - TABACCO: 37 - KOMPASS: Digital Map Alpi -
Dislivello metri: 1250 / Tempi ore: 5.40 / Distanza Km: 12 / Valutazione: EE
Itinerario:  Posteggio Malga Fane (1715), Stin Alm (2115), Tschiffernalm (2216), sella (2651), Seefeldspitz (2714), Lago Piccolo (2516), Lago Medio (2502), Seefeldalm (2339), sopra Lago Grande (2270), Seefeldalm (2339), Stinscharte (2530), Stin Alm (2115), Posteggio Malga Fane (1715).

A Rio Pusteria prendiamo la strada per Maranza deviando poi per Valles, superiamo l'ampio parcheggio di fondovalle e continuiamo sulla strada asfaltata aperta al traffico solo fino alle 9 che, con ripidi e stretti tornanti, raggiunge a metri 1715 il posteggio di Malga Fane.
Al limitare del parcheggio prendiamo il sentiero 15A per Cima Seefeld indicata a tre ore di cammino. Una ripida salita nel bosco ci porta ad un casolare da cui si domina la sottostante Val di Valles. Il cammino continua su uno stretto sentiero che taglia un prato scosceso (Foto 1)
e che raggiunge a metri 2115 la Obere Stinalm. Ci troviamo all'incrocio tra i sentieri 15 e 15A e noi proseguiamo sul 15A, riservando il 15 al rientro. Camminando su una carrareccia guadagniamo i 100 metri di quota che ci separano dalla malga con ristoro Tschiffernalm e senza sostare proseguiamo la salita che ora diventa dura. Superiamo a quota 2460 il bivio col segnavia 15C per la Steinbergscharte e mantenendoci sul 15A raggiungiamo la sella a metri 2651 da cui possiamo ammirare i sottostanti Lago Piccolo e Lagoi Medio. Ci troviamo su una dorsale e alla nostra sinistra si innalza una cimetta raggiungibile percorrendo un'evidente traccia. La raggiungiamo e da qui scorgiamo la croce sulla Cima Seefeld (Seefeldspitz) a cui arriviamo in pochi minuti continuando sulla traccia di sentiero (Foto 2).
Oltre ai due laghetti ora è visibile la parte alta della Val di Fundres e in quota i ghiacciai del Gran Pilastro e di Neves (Foto 3).
Dopo una breve sosta riprendiamo il cammino seguendo il sentiero che cala ai due laghi attorniati da bianchi eriofori (Foto 4).
Ci siamo immessi nel sentiero 6 e con questo caliamo verso la Seefeldalm mentre più in basso appare anche il terzo lago, il Lago Grande. Raggiunta la malga, da cui parte il sentiero 15 che intendiamo prendere per il ritorno, proseguiamo ancora un po' sul 6 affacciandoci ad una selletta: una finestra sul Lago Grande (Foto 5).
Rientrati al bivio presso la Seefeldalm seguiamo le indicazioni del segnavia 15 poco visibili e discontinue. Sappiamo comunque che dobbiamo raggiungere la Stin Scharte a quota 2530 e quindi puntiamo verso di essa. Con belle inquadrature del Lago Grande e con una salita alquanto ripida dopo aver ritrovato il sentiero arriviamo alla Stinscharte (Foto 6).
Siamo sullo spartiacque tra la Val di Fundres e la Val di Valles e sotto di noi a ovest sono ben visibili le malghe Stin e Tschiffern da cui siamo passati al mattino. Il sentiero di discesa su sfasciumi inizialmente diventa poi alquanto sconnesso e paludoso nella parte prativa terminando alla Stin Alm. Con l'inverso percorso del mattino rientriamo al parcheggio di Malga Fane.

2 commenti:

Unknown ha detto...

Credo vi sia un errore riguardo lo sparti acque fra le valli: Una è si giustamente la val di Valles , ma quella dei laghi è sicuramente la valle di Altafossa......

Fernando Gardini ha detto...

Le do ragione eravamo sulla parte terminale della piccola Valle d'Alta Fossa. Io però ho inteso nominare le due valli principali e più conosciute che rimanevano sotto di noi, appunto la Val di Valles e la Val di Fundres.
Riconoscente comunque a chi fa osservazioni e correzioni ai testi e alle didascalie delle foto che appaionono nelle mie descrizioni.